I quattro speroni di Santorini: Oia

Ormai è un mese che vi sto portando con i miei racconti a giro per questa isola ed è quindi l’ora di portarvi finalmente nel poste che tutti stavate aspettando.

 

Oggi vi porterò finalmente nel posto più amato e conosciuto di tutta l’isola. Questo è il luogo dove migliaia di persone ogni giorni si radunano per ammirare uno dei più bei tramonti al mondo (così dicono), oltre ad essere uno dei luoghi più fotografati di tutta la Grecia. Sto parlando del meraviglioso villaggio di Oia.

Oia si trova nel più estremo lembo di terra a nord dell’isola ed è considera la vera e propria “cartolina di Santorini”. Anch’essa a strapiombo sulla caldera, Oia offre uno spettacolo per ogni tipo di “parrocchia”. Dagli amanti della fotografia, ai maniaci dello shopping Oia vi rapirà con i suoi scorci mozzafiato e con le miriadi di cose da fare e vedere.

Raggiungere Oia è facilissimo; basta seguire l’unica strada che porta a nord seguendo il crinale principale dell’isola. Si trova a circa 30 minuti di macchina da Fira, capoluogo dell’isola, ma se pensate di raggiungerla cin tale mezzo preparatevi ad impazzire per trovar parcheggio. Oia non presenta parcheggi per auto eccezion fatta per un piccolo spiazzo proprio sotto le pendici del villaggio. Vi consiglio quindi di prendervi un motorino per raggiungere questo posto e poter parcheggiare con più facilità, ammeno che non facciate parte di un tour guidato e siate venuti in autobus. Curiosità: Oia è l’unico villaggio di tutta l’isola ad aver una pavimentazione in un marmo bianco purissimo gentilmente donato dalla vicinissima isola di Naxos.

Una volta raggiunta la piazza principale del villaggio ed incamminatisi lungo l’unica strada presente, avrete la possibilità di vedere centinaia di negozietti oltre che di raggiungere un castello veneziano meta presa d’assalto da tutti i turisti per potersi godere il tramonto: Vi consiglio di avvicinarvi al vostro punto d’interesse per il tramonto almeno un’oretta prima dell’effettivo crepuscolo. Lo spazio è poco e la gente è molta, ma per un posto in prima fila ne vale la pena.

Le soluzioni per soggiornare in questo villaggio sono tra le più “fighe” e ricercate in assoluto, ma anche le più care. Qui potrete trovare solo Boutique hotel e Studios da cifre astronomiche. Magari meglio soggiornare più a sud e investire qualche euro sui trasporti a noleggio: il toscano approva.
Inoltre, vi consiglio, se non venite in autonomia a scoprire le bellezze di questo villaggio, di prenotare un tour operator che vi possa dare anche molte informazioni storico culturali su questo splendido luogo ricco di storia e fascino.

Oia offre molte soluzioni gastronomiche dalle più economiche alle più sciccose, ma un buon rapporto qualità prezzo lo propone sicuramente il Ristorante Blue Sky, di cui però vi parlerò, come vi ho già anticipato nel precedente capitolo, nello speciale sulla gastronomia locale.

Che dire ci sarebbe da parlare per ore di questo posto incantevole ed estremamente romantico che richiama coppie e sposi da tutto il mondo, ma forse la cosa migliore che potreste fare per capire a pieno cosa intendo e venire di persona a visitare quest’isola e le sue innumerevoli bellezze

La prossima settimana scopriremo molti dei perché che avvolgono questa isola, risolvendo alcuni dei misteri che avvolgono l’isola e la mitologia che la avvolge: il mito di Atlantide è veramente riconducibile a questa isola o forse è solo uno stratagemma per attirare turisti.
Restate con #inviaggiocoltoscano e con #Tdv-terradavivere per capirne di più.

#inViaggiocolToscano

I quattro speroni di Santorini: Oia ultima modifica: 2018-03-13T08:13:01+00:00 da Fabio Angiolini

NELLA MAGIA DI LONDRA

Next Story »

Filippine: i nostri pro e contro

La sai l’ultima?

  • DRODESERA XXXVIII EDIZIONE S U P E R C O N T I N E N T ² CENTRALE FIES, DRO (TN)

    1 settimana ago

    In programma 41 eventi tra progetti di ricerca, performance e spettacoli di cui 30 presentati per la prima volta in Italia.

    Read More
  • UN lago di mostri

    1 settimana ago

    Share this on WhatsAppTanti buoni motivi per amare i mostri cinema, illustrazione, laboratori e sorprese dall’acqua. Chi l’ha detto che i mostri devono mettere paura? A volte ...

    Read More
  • Insieme per Mauro Conotter !

    2 settimane ago

    Anche quest'anno porteremo avanti uno degli obiettivi a sostegno dell'informazione circa le tematiche inerenti la sicurezza e l'educazione stradale con la Green Driving Academy,con l’estrazione n°2 corsi ...

    Read More
  • Adotta uno speck, ma prima…

    3 settimane ago

    diventare genitore adottivo di uno speck trentino realizzato in tiratura limitatissima (non più di 90 pezzi all'anno) dalla famiglia Largher.

    Read More
  • XXVII FESTA DI RADIO ONDA D’URTO!

    3 settimane ago

    8 - 25 AGOSTO 2018 - AREA FESTE DI VIA SERENISSIMA - BRESCIA - XXVII FESTA DI RADIO ONDA D'URTO!

    Read More
  • Vi aspettiamo alla 22esima edizione dei Porteghi e Spiazi!

    3 settimane ago

    Share this on WhatsAppAnche quest’anno Lavis apre i suoi Porteghi e allestisce i suoi Spiazi per l’evento più atteso della borgata! Grazie alla collaborazione delle Associazioni e ...

    Read More
  • Il Müller Thurgau protagonista di inizio estate

    4 settimane ago

    Il programma, che coinvolge cinquanta soci, va dal 22 giugno al 1 luglio, dalla Valsugana al Lago di Garda, dalla Piana Rotaliana alla Vallagarina, dalle Valle di ...

    Read More
  • Cosa cerchi?

    More
    X