TORTEL DI PATATE VS TORTA DI PATATE

Una gran bella sfida quella che si disputa fra tortel de patate o torta di patate. Una lotta all’ultimo boccone che implica una svariata tipologia di scuole di pensiero.

La sostanziale differenza fra tortel e torta di patate è che i primi vengono fritti in padella, mentre la torta viene fatta in teglia al forno e quindi risulta più spessa.

Eppure anche circa il tortel di patate la partita è aperta fra le scuole di pensiero. Chi lo vuole croccante, chi soffice, chi ci mette farina e chi, udite udite, pure un uovo o magari del latte o la cipolla. Fra chi si lecca i baffi e chi inorridisce perchè è un purista della ricetta base, ora ci sono pure gli chef che suggeriscono aggiunte di zucchine, erbette e quantaltro per dare al tortel quel sapore gourmet.

Non volendo far torti a nessuno e alla ricerca della ricetta originaria vi regaliamo il procedimento base. Poi per ogni variazione sul tema fate vobis, magari senza dirlo ai tradizionalisti e puristi.

Volendo poi espatriare, basta provare anche la variazione altoatesina, ossia i Roesti, fatti seguendo la ricetta ma tenendo il taglio delle patate a grana più grossa.

OCCORRENTE

Ovviamente ci vogliono le patate. Magari preferibilmente a pasta gialla e poco acquose, altrimenti si dovrà strizzarle e scolare l’acqua in eccesso. Poi ci vuole dela farina, sale e olio. A piacere del pepe.

PREPARAZIONE

Si inizia con il pelare un chilo di patate, circa, che andremo a grattuggiare sulla tipica grattugia del formaggio ma a maglia larga.  Per velocizzare si potrebbe frullare le patate con il frullatore facendo attenzione ad ottenere una grana grossa. Le patate è meglio tagliarle preventivamente a rondelle.  Le patate a questo punto andrebbero scolate con scolapasta o colino, in modo da togliere l’acqua in eccesso.

Si aggiusta a questo punto con un cucchiaio di farina o a piacere, sale e volendo del pepe.

Intanto si scalda una padella con dell’olio, o strutto, in cui si andrà a friggere i tortei de patate. Si preleva con un mestolo la quantità desiderata di pastella in modo da avere la grandezza desiderata.

Senza farli rosolare in eccesso, perchè diventerebbero eccessivamente croccanti. Per capire la consistenza più vicina al proprio gusto il consiglio è quello di farne tanti e spesso.

ASSAGGIO

Il miglior abbinamento ai tortei de patate è con i salumi e i formaggi. Ma anche con confetture di frutta può essere valorizzato. Ad ogni modo si può facilmente abbianre a qualsiasi cibo in alternativa delle solite patate fritte. Per esempio con l’uovo all’occhio di bue, insalate miste o altro ancora.

Il tortel può quindi risolvere un pasto, ma anche essere servito come aperitivo, quindi cotto in una forgia più piccola ed abbinato agli affettati.

Non resta che allenarsi a cucinare questo piatto molto veloce e appetitoso. Oppure venire in Trentino e cercare il locale che lo ha inserito nel suo menù, Tipicamente un piatto della Val di Non, oramai in tutto il Trentino è facile trovare il tortel di patate, non resta che assaggiare questa prelibatezza.

 

 

Info autore /