fbpx
  • Page Views 31

INAUGURA LUNEDI’ 29 MARZO “FILO DI ARIANNA” DI ASSOCIAZIONE ARMONIA

Da marzo a dicembre 2021 Associazione Armonia con Filo di Arianna propone un fitto calendario di incontri in forma webinar su piattaforma Zoom ad accesso gratuito fra momenti divulgativi e di confronto alternati a momenti esperienziali . Primo incontro, il 29 marzo, è con il dottor Stefano Manera.

Nasce in risposta a tempi così incerti e confusi come quelli odierni, in cui il sentore che sale è quello di smarrimento, il calendario di eventi “Filo di Arianna: un percorso tra salute, speranza e creatività per uscire dalla crisi e ritrovare la propria integrità”. L’iniziativa è ideata, proposta e realizzata da Associazione di promozione sociale Armonia, per lo studio e lo sviluppo della persona di Rovereto, grazie al sostegno di Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e quello della Provincia Autonoma di Trento. Il percorso, che inaugura a fine mese il 29 marzo con il suo primo incontro, proposto in modalità online a causa delle attuali disposizioni di contenimento legate all’emergenza sanitaria, si compone di un calendario di oltre 15 appuntamenti in forma di interventi, webinar, a cui si aggiungono ulteriori  incontri esperienziali.

Tutti gli incontri sono a titolo gratuito previa prenotazione obbligatoria, per motivi tecnici, al sito Associazione Armonia www.armoniaericerca.it nella sezione Filo di Arianna. Gli iscritti riceveranno il link attraverso cui accedere alla piattaforma Zoom.

Sul sito è possibile trovare l’elenco completo del progetto. Fra i relatori Stefano Manera, medico chirurgo specializzato in anestesia e rianimazione, Paola Taufer, psicologa e psicoterapeuta, Paolo Rocchetti, medico di base ed esperto di Medicina Naturale, Irene Sciacovelli, medico specializzata in ostetricia e ginecologia, Angela Santi, business e lifestyle coach, Battistino Sanna, Medico e psicoterapeuta specializzato in disturbi di Alzheimer, Agostino Portera, psicopedagogista interculturale, Claudio De Santi, medico chirurgo e omeopata, Isabella Chirico psicopedagogista, Marina Negri, fisioterapista, Francesca Palumbo, osteopata ed esperta in neuroscienze cognitive, Luciano Marchino, Psicoterapeuta, presidente di Ipso, Istituto di psicologia somatica, Maurizio Ferro, Monaco Zen Monastero di Fudenij.

Proprio come il mitologico “Filo di Arianna” di greca memoria, Associazione Armonia accompagna chiunque voglia seguire questo cammino che dal labirinto porta alla sua uscita in un percorso di conoscenza, approfondimento, confronto e conoscenza di se stessi, fra parole ed esperienze, ma anche quell’irrinunciabile apertura artistica che caratterizza la filosofia di Associazione Armonia di Rovereto, in cui mente e cuore trovano un equilibrio, quello stesso che mai come ora sfugge e rende insicuri, instabili e vittime di un presente così difficile e umanamente precario.

Sono oltre 30 i professionisti scelti fra differenti discipline che hanno accolto l’invito di Filo di Arianna e che quindi saranno gli ospiti di altrettanti webinar, suddivisi fra incontri didattici ed esperienziali. Dal 29 marzo 2021 a dicembre, per dieci mesi, l’appuntamento è previsto su piattaforma Zoom, con la possibilità, qualora le circostanze lo permettessero magari con l’arrivo dell’estate più favorevole all’estinguersi della recrudescenza dei contagi di lasciare il virtuale e ritrovarsi in presenza possibilmente immersi nella natura. Tutti gli incontri sono rigorosamente a titolo gratuito.

Filo di Arianna, alla sua prima edizione, nasce da un’idea del 2008 in cui Associazione Armonia aveva già proposto una serie di incontri aperti al pubblico con lo stesso titolo che aveva destato buon successo. Mai come ora quindi Associazione Armonia vuole condividere con le persone i temi e i concetti cari all’Associazione, quegli stessi che ne rappresentano i fini istituzionali, come la ricerca e la promozione del benessere e la prevenzione, attraverso l’individuazione di mancanza di armonia o il sorgere di disagi che possono rappresentare un primo elemento capace di creare ripercussioni sulla vita delle persone. I temi di questa prima edizione sono indirizzati verso i nuovi bisogni dell’umano di fronte al periodo di pandemia.

Il benessere interiore di ogni individuo è la base su cui costruire tutto il resto e Filo di Arianna propone una serie di spunti attraverso cui trovare stimoli per conoscersi meglio ed aumentare il proprio livello di consapevolezza. Una buona conoscenza di se stessi permette di attivare cambiamenti interiori utili a favorire le proprie capacità di resilienza in momenti che possono apparire ingiusti e talvolta difficili da comprendere.

Il calendario di incontri, che possono essere seguiti anche singolarmente scegliendo quello che risuona di più con le proprie corde o che semplicemente incuriosisce, ha l’obiettivo di rispondere alle diversificate ed attuali esigenze di contatto, inclusione ed accoglienza, negate o represse in questo lungo periodo di distanziamento fisico e sociale. Sono quindi due le macro aree di intervento, benchè esse si intreccino rispondendo alle originarie aree di interesse di Associazione Armonia, che sono salute, studio e ricerca della persona, nonché lo stimolo della creatività degli associati.

Accanto alle parti didattiche e divulgative, si è voluto quindi dare spazio agli incontri esperienziali con lezioni sull’utilizzo del corpo come strumento creativo di armonizzazione. Lezioni di facile praticabilità, in tutta sicurezza, da casa.

Gli incontri della durata di un’ora avranno anche lo spazio per le domande del pubblico connesso.

Il primo incontro di Filo di Arianna, in calendario lunedì 29 marzo, è con il medico chirurgo specializzato in anestesia e rianimazione, Stefano Manera. Titolo dell’incontro è “Mens Sana di Corpore Sano: La prevenzione Necessaria”.

Stefano Manera incontra il pubblico per parlare di prevenzione, tema che risulta di fondamentale importanza, mai come ora, che ci ricorda l’assioma di romana memoria “Mens Sana in Corpore Sano”.

Mai come in questo momento storico la prevenzione riveste un ruolo così importante “Mens sana in corpore sano” dicevano gli antichi Scopriamo insieme al prof. Stefano Manera quanto sia fondamentale approcciare la nostra salute da un punto di vista preventivo per mantenere sani il corpo, la mente e lo spirito

Con questo incontro si vuole proseguire quel dialogo che Manera ha allacciato con le persone attraverso i suoi consigli affidati ai social fin da inizio pandemia di cui si è apprezzato l’approccio diretto e sincero e che sono stati d’aiuto nel momento in cui sono stati seguiti. Il Dottor Manera ha infatti prestato servizio come medico volontario a Bergamo allo scoppio della pandemia da Covid19. Grazie a questo suo impegno, con l’esperienza sul campo, ha contribuito al dibattito critico durante le fasi concitate e anche dopo, impegnandosi per l’introduzione della terapia domiciliare con cui intervenire ai primi sintomi dell’insorgenza del virus,  evitando di lasciare  così le persone ammalate in vigile attesa.

Il suo approccio multidisciplinare lo vede impegnato dal punto di vista della prevenzione nella convinzione che un sistema immunitario forte e quindi curato dalle persone con buone pratiche di vita ma non solo, possono fare la differenza nel momento in cui si contrae un’infezione in generale, ma anche questo virus in specifico.

Manera è coautore assieme a G. Bormolini e I. Testoni del libro “Morire durante la pandemia” con la prefazione di Bruno Mazzocchi per Edizioni Messaggero Padova. Inoltre ha collaborato alla confezione dell’e-Book “Covid 19 La sfida dell’immunità individuale”  disponibile sul sito Cemon dove è scaricabile gratuitamente.

Biografia

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Milano, Stefano Manera è specializzato in Anestesia e Rianimazione. Esperto in Medicina e Nutrizione Funzionale – Omeopatia. Professore a contratto Università degli Studi Niccolò Cusano – Roma. Ha partecipato a varie missioni in Africa come medico volontario. Ha frequentato il corso triennale di osteopatia (ICOM International College), perfezionandosi successivamente in osteopatia cranio-sacrale e biodinamica. Ha studiato Omeopatia presso la Scuola SISDOH di Torino diventandone in seguito, docente. È membro dell’Associazione Italiana Medicina Sistemica (AIMES). È docente di corsi di nutrizione, microbiota e preparazione di cibi fermentati. Ha frequentato corsi di micoterapia e di floriterapia di Bach.

 

Comunicato Stampa di K.C

INAUGURA LUNEDI’ 29 MARZO “FILO DI ARIANNA” DI ASSOCIAZIONE ARMONIA ultima modifica: 2021-03-27T17:32:47+02:00 da Redazione

Trentingrana – qualità del Trentino

Next Story »

I tempi commerciali, la gestione del cliente – QUESTI SCONOSCIUTI-

X