Trentino Book Festival la cultura invade Caldonazzo dal 16 al 19 giugno

Ha individuato nel “Limite” il tema della sesta edizione del Trentino Book Festival, l’oramai atteso appuntamento di inizio estate che invade con la cultura, quella scritta nei libri, la cittadina di Caldonazzo in Valsugana. L’evento è a cura di Associazione Balene di Montagna con la direzione artistica di Pino Loperfido, anima ed ideatore del Festival stesso.

Non la classica presentazione di libri ma una tre giorni intensa scandita da appuntamenti spalmati nell’arco di tutta la giornata a cui corollario spettacoli teatrali, musica e un occhio di riguardo per i piccoli ospiti, sia con una sezione dedicata ai piccoli lettori sia con laboratori ed intrattenimento.

Un Festival con ambizione di crescere ma che ha già saputo affermarsi e fregiarsi da quest’anno con il marchio del Patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Merito il sostegno di molti partner sia istituzionali che sponsor privati, tutti concordi nel ritenere l’investimento sulla e nella cultura un ritorno in benessere e crescita sociale e di conseguenza umana.

Dal 17 al 19 giugno quindi, e con un’anteprima del 16 giugno, Caldonazzo sarà meta per tutti gli appassionati della carta stampata, ma anche per tutti coloro che vogliano lasciarsi incuriosire dai tanti ed intriganti ospiti che Loperfido ha convogliato sulle sponde dei laghi della Valsugana.

Si inizia quindi con un’anteprima il 16 giugno ore 18 con l’inaugurazione delle tre mostre a cura del Liceo artistico F Depero di Rovereto e del Collettivo Art4ca&h-Memo_Art.

Di qui le pagine scritte parlano di storia e di conflitto nell’incontro con il roveretano Diego Leoni. L’autore mette a confronto i lati distruttivi con quelli di innovazione che ogni conflitto porta con se. Non solo Guerra anche confini che si valicano, parlando di “Limite” il tema del confine per l’edizione 2016 del Trentino Book Festival sarà uno dei temi ricorrenti, in “Quando i Mocheni Giunsero al mare, scorciatoie e raccontini di una vita in folle, con l’autore Claudio Morelli.

Giulietto Chiesa

Giulietto Chiesa

Il giorno successivo venerdì 17 la narrazione indaga il limite ma dell’area di gioco del pallone con l’immancabile presenza della penna di Carlo Martinelli, ospite in più vesti del Festival, oltre che come scrittore, sarà moderatore ed anche mattatore di una speciale edizione del suo show legato a libri e lettura. Guerra e conflitto il tema dell’incontro con il collettivo Wu Ming con un conturbante dibattito performance “L’invisibile ovunque: La libertà è veleno per chi si è abituato ad aspettare comandi”. Ospite speciale della serata l’effervescente Giulietto Chiesa direttamente da Pandora Network, il suo personale canale di informazione da cui da anni cerca di instillare il dubbio di “un’altra storia”, quella un po’ meno ufficiale che illumina lati oscuri di un’attualità a volto confezionata e patinata da chi detiene il comando. Quindi in chiusura serata reading spettacolo dedicato agli anni 80 con l’ormai quasi best seller libro di Paolo Morando a cui fa eco la musica dei Radiottanta.

Roberto Vecchioni

Roberto Vecchioni

Sabato struggenti pagine dall’ultimo libro di Joseph Zoderer si mescolano a storie di immigrazione raccontate dalla conduttrice di La7 Francesca Barra alla stroria dell’ultimo libro di Renzo Francescotti fino alla testimonianza di chi l’asticella del limite l’ha alzata parlando di salute con il dottor Mario Melazzini. Quindi inchiesta con “Via Crucis” libro di Gianluigi Nuzzi per poi arrivare ad un’altra economia con due testimonianze di chi ha trovato un’altra via.

Serenella Antoniazzi e la sua lotta per salvare l’imprenditoria in tempi di strozzatura fiscale e Devis Bonanni che ha vinto la scommessa di tornare alla terra e vivere con 200 euro al mese.Ospite speciale della serata Roberto Vecchioni e un reading fra parole e musica in cui si racconta in modo inedito.

Magdi Allam Foto Palli Fabio/LaPresse09-09-2013 Sanremo, ItaliacronacaA Sanremo ControCorrente gli incontri de il Giornale delle ideeNella foto: Magdi Allam

Magdi Allam
Foto Palli Fabio/LaPresse09-09-2013 Sanremo, ItaliacronacaA Sanremo ControCorrente gli incontri de il Giornale delle ideeNella foto: Magdi Allam

Su richiesta del pubblico spazio allo psicologo Alberto Pellai, mentre sorpresa del Book Festival Magdi Allam e la sua testimonianza sull’Islam e Serena Dandini, che si racconta sulla precarietà del lavoro, ospiti della giornata conclusiva. Non mancano incontri con Sveva Casati Modignani, Vito Mancuso con cui si affronterà il limite del divino e la sua ricerca oggi, l’alpinista Heinz Steinotter,, Franco Causio, Chiara Turrini e Francesca Neri

Serena Dandini

Serena Dandini

Il Festival si chiude con uno spettacolo o meglio una “piccola opera rock” produzione del Festival stesso scritto da Pino Loperfido. Titola “Brilla” e guarda al cielo ed alle stelle. Voci narranti di Layla Betti e Denis Fontanari si intrecciano con le note di Andrea Lelli, Max Lo Buono e Audiospettro. Al termine dello spettacolo l’associazione Eye in The Sky di Caldonazzo guiderà chi vuole all’osservazione delle stelle, attività che svolge regolarmente, con i telescopi. Fra consapevolezza, poesia ed astrofisica si incontrano alla ricerca di qualche risposta o forse di qualche nuovo limite da superare alla ricerca del senso dell’esistenza umana. In Piazza Municipio domenica 19 ore 21,30

Info autore /

Il team dinamico della redazione di tdv ti saluta! Entra anche tu a far parte del mondo tdv e del nostro nutrito gruppo di autori su tutto il territorio trentino. Ti aspettiamo!