PERGINE FESTIVAL: TU LO CONOSCI N.A.I.P ?

Pergine Festival: si parte venerdì con “OASI”, tre giorni di musica al Parco Tre Castagni. Sul palco N.A.I.P., Baiba e Sisma Tumbao

La 46a edizione di Pergine Festival scalda i motori. Si parte venerdì con un fine settimana di musica e cinema al Parco Tre Castagni. Sul palco Baiba, cantautrice lettone finalista all’ultima edizione di UploadSounds, N.A.I.P., polistrumentista e performer finalista di X Factor 2020, e Sisma Tumbao, duo italiano di musica afrocubana. Sabato, spazio a SinCensura, Big House, Cacao Mental e Yardie Groove, mentre domenica tocca alla bolzanina Bianca e ai bolognesi Panaemiliana, seguiti dai cortometraggi del Lago Film Fest e del Perugia Social Film Festival. Dal 6 luglio, al via gli appuntamenti teatrali e performativi. Il programma completo di Pergine Festival è su www.perginefestival.it.

Parte con tre giorni di grande musica l’edizione 2021 di Pergine Festival, storico appuntamento dell’estate trentina. Per un intero fine settimana, il Parco Tre Castagni si anima con “OASI”, la sezione musicale del festival, e ospita alcuni dei nomi più promettenti della scena locale e nazionale.

Si comincia venerdì 2 luglio alle 20.00. Sul palco salgono Baiba, N.A.I.P. e i Sisma Tumbao.

Baiba, giovane musicista lettone attualmente di base a Innsbruck, ha pubblicato nel 2017 il suo album d’esordio, “These Storms”. Nella sua musica fonde sonorità pop-elettroniche con le suggestioni mitologiche della Lettonia per creare atmosfere introspettive e magnetiche. È stata finalista all’ultima edizione di UploadSounds, il contest musicale di Trentino, Alto Adige e Tirolo.

Secondo artista in line-up è N.A.I.P., “Nessun Artista In Particolare”, progetto musicale di Michelangelo Mercuri. Trent’anni, calabrese di nascita ma bolognese d’adozione, Mercuri ha conquistato l’attenzione del grande pubblico partecipando a X Factor 2020. È cantante e polistrumentista: suona la batteria elettronica, il synth, la loop station e la chitarra, spesso in simultanea, in una straordinaria messa in scena da teatro-canzone.

Chiudono la serata i Sisma Tumbao. Ritmi tropicali, bassi profondi, sonorità che si mescolano nel segno della contaminazione, il duo nasce (artisticamente) a Cuba, paese della conga e del tumbao, ritmo base della musica afrocubana.

I Sisma Tumbao sono Tobia Fiorese, di Bassano del Grappa, ed Emanuele Femia, calabrese di Siderno trapiantato in Veneto. Provenienze diverse, geografiche e musicali, per un progetto che si propone di scuotere le masse a suon di decibel e vibrazioni sonore.

OASI prosegue poi sabato 3 luglio dalle 19.00 con due progetti trentini, la crew hip hop SinCensura e il rapper e producer Big House, seguiti dalle sonorità latino-americane dei Cacao Mental e da quelle giamaicane di Yardie Groove. Domenica 4, la serata di Pergine Festival si apre con Bianca, cantautrice altoatesina miglior artista under 21 ad UploadSounds 2020, e con Panaemiliana, irriverente quintetto made in Bologna, per proseguire con i cortometraggi selezionati dal Lago Film Fest e dal PerSo – Perugia Social Film Festival.

Il programma completo di OASI e di Pergine Festival è disponibile su www.perginefestival.it.

I biglietti sono in vendita

Info autore /

Il team dinamico della redazione di tdv ti saluta! Entra anche tu a far parte del mondo tdv e del nostro nutrito gruppo di autori su tutto il territorio trentino. Ti aspettiamo!