INTERVISTA A MARIANNA MERLER

wpid-img-20140521-wa0005.jpgMarianna Merler (Trento, 1976) si può definire un’artista fin dalla nascita in quanto fin da piccola mostra una naturale attitudine all’arte. Con gli occhi pieni di allegria e quasi emozionati ricorda ancora quando all’età di tre anni chiese a Gesù Bambino di regalarle cavalletto e pennelli per Natale. Marianna cresce in un ambiente creativo: la madre Mariagrazia è truccatrice teatrale, il padre Walter batterista e regista mentre lo zio Silvano è restauratore, scultore e pittore.

Determinata nel voler dedicare la sua vita all’arte dopo le scuole si iscrive all’Istituto d’arte e successivamente si laurea all’Accademia di Belle Arti di Venezia.
L’arte simboleggia per Marianna un modo per sfogare ed esprimere le sue sensazioni.
Tra le sue opere si trovano grandi tele astratte, con campi di colore che vanno dal rosso all’azzurro, ma anche installazioni, fotografie e video installazioni. È affascinata dal mondo, dai colori, dall’ambiente ma anche dalla materia e da tutto ciò che è concreto e tangibile. Spesso nei suoi grandi quadri inserisce piccoli elementi: piccole e delicate farfalle (in plastica), tubicini e oggetti di vario genere. La materia è ciò che affascina l’artista.
L’opera “Il mio mondo”  del 2010 è una tela di grandissime dimensioni (200 x 180 cm) e osservandola si rimane basiti. Un turbine di idee colpisce la tela, un tornado di sensazioni ed emozioni. Dal nero si passa ad un vortice rosso che investe l’opera ed è come se nel volere rappresentare il suo mondo l’artista abbia voluto indicare il vulcano di idee che la circonda.
Marianna è anche sensibile nei confronti dell’ambiente e del mondo circostante. In molte opere infatti viene toccato questo tema. Attentato al mondo (tempere acriliche e olio su tela, 2011) rappresenta la sofferenza del Pianeta. La Terra sanguina inesorabilmente in più parti, è ferita, sofferente. Più di impatto è la versione tridimensionale di quest’opera dove il mondo sanguina a tal punto da creare una pozzanghera rossa sul fondo. L’inquinamento, lo sfruttamento della madre Terra portano sofferenza al Pianeta. A tal proposito Marianna spiega: “Sono molto sensibile al tema dell’ambiente. Questo argomento mi coinvolge particolarmente, per questo è spesso protagonista delle mie opere. Prima di realizzare un’opera ho solitamente una visione interiore del lavoro che andrò a fare”.
Ciò che emerge dalle opere della Merler è sicuramente sensibilità nei confronti del mondo e dell’ambiente circostante. Ogni opera è sempre frutto di una profonda riflessione. A tal proposito è significativo il lavoro Femminicidio del 2013. Un mappamondo porta su di sé i segni di due mani rosse e ha un pugnale conficcato sul dorso.
Duplice il significato: la Terra – Donna è maltrattata dagli uomini, soffre e piange. Nella cronaca di tutti i giorni fin troppo spesso si sente parlare di donne maltrattate, violentate e uccise.
Le opere di Marianna sono state esposte anche a New York, Berlino e Shangai: “Le esperienze all’estero sono state favolose. A New York sono stata trattata benissimo, c’erano fotografi, traduttori ed è stata un’avventura favolosa. Tuttavia nonostante ciò l’esposizione che mi ha lasciato in qualche modo più soddisfatta è quella che ho fatto a Palazzo Thun nel marzo dell’anno scorso. Avere l’opportunità di esporre a casa, nel mio Trentino, circondata dalla famiglia, amici e molte persone è stato favoloso e spero infatti che ci saranno altre occasioni”.
L’arte di Marianna Merler è veramente un mondo tutto da scoprire ed è impossibile descriverlo in breve. Dalle sue opere traspare amore, passione e dedizione.
La prossima mostra di Marianna Merler si terrà il 18 giugno durante #Instaperitivo di #TdvEvents organizzato da Trentinodavivere e Krealine in collaborazione con Bar Miralago, Pineta Hotels, Ski Center Latemar, Camping Spiaggia, Interbau Style & Design
Scopri molto di più su Marianna:
www.mariannamerler.com
www.premioceleste.it/mariannamerler

Info autore /

Il team dinamico della redazione di tdv ti saluta! Entra anche tu a far parte del mondo tdv e del nostro nutrito gruppo di autori su tutto il territorio trentino. Ti aspettiamo!