fbpx
  • Page Views 965

Bieno risuona Canti di Guerra e Note di Pace

La musica è quel linguaggio universale capace di legare anche parole contrapposte come guerra e pace, questa la scommessa del Comune di Bieno che propone un evento in musica per ricordare il Centenario della Grande Guerra. Una due giorni dal titolo Canti di Guerra e Note di Pace, con un cartellone di eventi collaterali. Dopo il successo della scorsa edizione, il sindaco Luca Guerri è riuscito grazie al Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri a replicare l’evento in questa nuova edizione.

Un fine settimana, quello del 6 e del 7 agosto, che apre alla musica l’anfiteatro naturale del Parco Fluviale di Bieno. L’evento rientra nel Programma ufficiale delle commemorazioni del Centenario della prima Guerra mondiale a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Struttura di Missione per gli Anniversari di interesse nazionale, ed intende coniugare in maniera estremamente originale musica, cultura, storia, identità territoriale, promozione interculturale e infine naturalmente la diffusione del valore universale della pac

Un progetto che ebbe una sua prima di tale successo da sentire la necessità di una riproposta che ha trovato appoggio appunto da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri e che poi grazie al sostegno di diversi sponsor ha potuto aprirsi ad un cartellone più ampio ed articolato, oltre che assicuraredue giorni di concerto con ospiti di tutto rispetto.

Due giornate, due epoche, due intensità Ped emozioni differenti. La giornata di sabato sarà affidata ai cori che con il loro repertorio rievocheranno umori, pensieri, situazioni e vicende del periodo della guerra. Ospiti della prima giornata sono quindi Coro Lagorai, Coro “Enrosadira”, Coro “Sass Maor” e Coro Valsella.

Segue poi una seconda giornata dedicatainvece all’imp0egno verso la pace e un’ideologia universale e positiva. Interpretano questopiensiero le produzioni musicali di artisti impegnati su queste note. Guest della giornata Davide Van De Sfross ma sul palco anche Davide Battisti i Rebel Rootz e The Bastard Sons of Dioniso.

Davide van de Sfrooss

Davide van de Sfrooss

La scenografia vede un maxischermo con immagini che rimandano ai temi delle due giornate e tuto l’evento verrà registrato per poter fruire di un Dvd ricordo.

L’entrata ai concerti è libera e gratuita e in loco sono previsti punti di ristoro e cucina con servizio bar.

Non solo una due giorni ma un cartellone di ulteriori eventi si accompagna alla manifestazione

Si inizia già domenica 24 luglio con l’evento “SULLE TRACCE DELLA GRANDE GUERRA”, trekking gratuito con partenza da Bieno e accompagnatore turistico, fino a Cima Frate nel gruppo di Rava, organizzato dall’Ecomuseo della Valsugana;

giovedì 04 agosto – inizio ore 21.00: “EPIGRAFIA DI GUERRA SUL LAGORAI”, serata storico-illustrativa sugli eventi bellici e sulle testimonianze epigrafiche del nostro territorio a cura della Dott.ssa L. Dellagiacoma e Dott. A. Burbello, organizzato dal Comune di Bieno presso il Teatro Tenda del Parco Fluviale;

sabato 6 agosto: “TESTIMONIANZE DI GUERRA”, trekking nel gruppo di Rava con partenza da Bieno, accompagnati dal campione mondiale di sci-alpinismo, Mirco Mezzanotte;

sabato 6 agosto: “INCONTRO CON LUIGI SARDI” presso il Museo Casa De Gasperi di Pieve Tesino. Il giornalista trentino dialoga con il direttore Marco Odorizzi sulla storia del Trentino, tra memoria del passato e nuove sfide del futuro;

domenica 7 agosto: “ALLA SCOPERTA DEI GIARDINI DEL TESINO”, visita gratuita all’Arboreto del Tesino e al Giardino d’Europa De Gasperi di Pieve Tesino con l’accompagnatore del Territorio Christian Marchetto. Ritrovo alle ore 9.00 presso il Centro Visitatori dell’Arboreto del Tesino;

ingresso ridotto al Museo Casa De Gasperi e al Museo Per Via di Pieve Tesino: sarà inoltre possibile visitare 2 Musei al costo di 1 (4 Euro) e infine domenica 7 agosto alle ore 15 e 16.30 sarà possibile visitare i musei senza pagare il costo della guida;

per tutto il periodo ingresso e visite guidate scontate alla “Mostra permanente della Grande Guerra in Valsugana e sul Lagorai” di Borgo Valsugana.

In conclusione va ricordato che l’iniziativa, oltre alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e chiaramente del Comune di Bieno, ha ottenuto il patrocinio della Provincia Autonoma di Trento, della Comunità Valsugana e Tesino, dell’Azienda Per il Turismo Valsugana e Tesino, del B.I.M. Brenta, del Sistema Bibliotecario Intercomunale “Lagorai, dell’Ecomuseo Valsugana, della Cassa Rurale Valsugana e Tesino, della Federazione Cori del Trentino, della Fondazione Trentina Alcide De Gasperi, del Museo Casa De Gasperi, della “Mostra permanente della Grande Guerra in Valsugana e sul Lagorai” e infine dell’Associazione storico culturale Valsugana orientale e Tesino. A questi si aggiunge il sostegno di tutti gli operatori turistici ed economici di Bieno oltre ad altri sponsor privati.

Bieno risuona Canti di Guerra e Note di Pace ultima modifica: 2016-07-13T23:30:42+02:00 da Katja Casagranda
Katja Casagranda
Katja Casagranda insider della cultura spettacolo locale, freelance (traduzione che sta per molto free e sempre lanciata sul pezzo), quella giusta via di mezzo fra Lara Kroft e Paperetta Ye Ye, che in curriculum tiene pacchi di ritagli di giornale Trentino stipati e coccolati con amore materno come figli che prima o poi dovrà lasciar andare al loro destino.

“Spazio all’energia, largo alla meraviglia”

Next Story »

Ad Arco il reggae italiano vive con gli Africa Unite

X