#versoatlantide – Il Visual Diary [Parte I]

E’ passata una settimana da quando siamo partiti verso le Canarie, alla ricerca di Atlandide, il mitico continente perduto. Per vivere insieme le nostre avventure quotidiane, abbiamo deciso di creare un vero e proprio Visual Diary!

Attraverso questa splendida raccolta di foto e video, vi raccontiamo i momenti salienti vissuti durante i primi sette giorni di viaggio, dalla prima notte passata lungo la Côte d’Azur, fino all’interminabile traversata in traghetto verso Lanzarote.

6 dicembre – Dopo la prima notte

Tdv Landtobelived verso AtlantidePrima notte passata in un’area sosta sulla Costa Azzurra! …. che dire, francesi organizzatissimi, bagni eccellenti, puliti ed organizzati con docce all’avanguardia… top!!!! Ora si riparte, l’aria è già più leggera come lo spirito!
Dopo la costa azzurra, abbiamo fatta tappa in un’area di sosta della Provenza! Sembra di essere in estate!

La sera, arrivati in territorio spagnolo, fermata obbligata in autogrill per scroccare un po’ di wi-fi per metterci in contatto con dei nostri amici Trentini che ci aspettano a barcellona per fare un po’ di casino!! Per la Wi-Fi, vi consiglio le aree di servizio AGIP, invece in quelle Shell fa finta di funzionare, ma come servizi offerti tra docce, giardino intrattenimenti bambini e pulizia sono le migliori!

Tdv Landtobelived verso AtlantideAdesso vorrei spendere due parole sul tragitto fatto in Costa Azzurra: armatevi di molta moneta perché ogni tot kilometri bisogna pagare il pedaggio, variano da 1,50 ai 14,40 (a noi hanno fregato perché hanno considerato il nostro FURBO TURBO di categoria 2, quindi c’è stato un aumento di quasi 12 €), detto questo, i panorami e paesaggi sono svariati… appena passata Ventimiglia, comincia a cambiare la vegetazione, pini marittimi profumi di iodio. A volte sembra di vedere sfondi toscani ed umbri e ti sbalordisce un po’. Ma la cosa che salta più agli occhi, è vedere scorci di roccia molto importanti, che ricordano il gran canyon dove speri di vedere un Willy il coyote che corre dietro a quel bastardello del Bip-Bip con una trappola della Acme!

7 dicembre – … e poi boh?!?! Ti svegli e sei qua!

Tdv Landtobelived verso Atlantide

Il viaggio ci dà modo anche di fare visita agli amici che sono un po’ qua e un po’ là.
Per due giorni a Barcellona dimoriamo nel porto, ospiti di Michele anche lui un trentino giramondo: velista, fotografo amante dell’avventura, tra le altre cose ha navigato con Maserati di Giovanni Soldini con la quale hanno registrato alcuni record di velocità sulle rotte oceaniche.
Stiamo parlando di quanto brillano le stelle, se abbiamo modo di osservarle e come si vedano diversamente in ogni continente e soprattutto dal mare e dalle isole; l’utopia è sempre un passo avanti rispetto a chi la insegue, ma non è questo un buon motivo per fermarsi.

10 dicembre – Barcellona

Barcellona alle spalle e sole in fronte. Il viaggio continua la Spagna si conferma terra calda e divertente. Nell’attesa di avere una connessione decente per caricarvi un po’ di fotine di quello che abbiamo combinato a Barcellona, vi presentiamo i nostri compagni di viaggio! Siamo partiti da trento lunedì 05/12 alle 15,30, attraversando la Francia ed un po’ di Spagna fino a Barcellona per due giorni, passando per Valencia, Madrid, Siviglia, per arrivare finalmente a Huelva… direzione LANZAROTE, arrivo stimato tra 27 ore! (Dopo 6 giorni di furbo e barca non sento più il Ciàp ed ho il mal di terra!!)

11 dicembre – Due parole sul “traghetto” della compagnia “ARMAS”

Siamo sul traghetto che ci sta portando a Lanzarote, il mare è di onda lunga, quindi i miei compagni di viaggio stanno soffrendo un po’ di nausea, io sono fresca come una rosa ma so già che quando scenderemo sull’isola, loro gioiranno come non mai, a me invece toccherà il mal di terra!!! Più che un traghetto sembra una nave da crociera!!! Ci sono bar, self service e ristoranti super organizzati, i bagni sono pulitissimi tant’è che vedi sempre il personale di servizio con disinfettanti e tutto e di più, che entrano ed escono per i servizi di tutte le coperte (piani su vari livelli per intenderci), svariate aree per bambini con giochi gonfiabili interne ed esterne, attrezzi da palestra per sgranchirsi per i più attivi, piscina esterna per i più temerari. La sera offrono intrattenimento con karaoke e musica dal vivo, durante il giorno svariati intramezzi di Zumba, yoga e ginnastica aerobica. Ma la cosa che ho apprezzato di più e che mi fa capire quanto la compagnia “Armas” sia Pet-friendly, una zona molto grande tutta dedicata ai cani, dove possono stare insieme ai loro fidati amici umani, con cucce in coperta o sotto coperta in base alle esigenze dell’amico peloso. Tra le altre cose ci sono zone dove riposare in tranquillità, oltre alle cabine a pagamento, ma soprattutto in comodità, tra poltrone, sedie, poltrone con poggiapiedi e TV. Il personale é gentilissimo e cordiale, ma soprattutto sorridente, quindi considero una bella esperienza la traghettata con questa compagnia di nome “ARMAS”.

 

Saremo giunti vivi a Lanzarote? Per saperlo seguici sul canale facebook @LandToBeLived e su instagram con gli hashtag  #tdv #versoatlantide #trentinainfuga #landtobelived #neverendingtrip #endlessjourney #ciaoiovado

A presto con la seconda parte del Visual Diary di Zàira e Nic!

Stay tuned & enjoy the ride!!!

 

Info autore /

Il team dinamico della redazione di tdv ti saluta! Entra anche tu a far parte del mondo tdv e del nostro nutrito gruppo di autori su tutto il territorio trentino. Ti aspettiamo!