fbpx

#inViaggio col Toscano – Enogastronomia locale: fra tradizione e modernità (pt.1)

Eccoci arrivati finalmente all’articolo che tutti stavano aspettando. Ne ho parlato per tutto il nostro viaggio ed ora è realtà. Oggi andremo a scoprire le realtà enogastronomiche più importanti dell’isola passando per luoghi e locali che personalmente vi consiglio.

Ovviamente ne esistono molti di più, ma per esperienza personale mi sento di consigliarvi in particolare quello che andrò a raccontarvi quest’oggi.
Raccoglierò le informazioni in due capitoli e per località così che possiate organizzare meglio le vostre uscite; quindi non perdiamo altro tempo e andiamo alla scoperta delle cose buone da bere e da “pappare” su quest’isola.

Aghia Paraskevi

Avete fame, volete mangiare pesce buono e volete spendere poco? Galini è la risposta.
Situato sulla strada che collega l’aeroporto a Kamari, questo ristorante offre piatti di pesce e tradizionali veramente gustosi ad un prezzo estremamente competitivo. Il ristorante ha una entrata canonica ed una direttamente dalla spiaggia dell’omonima località; quindi se state facendo una bella passeggiata e la pancia brontola, tutti da Galini a mangiare buon cibo e bere buon vino

Kamari

Bar diurno e locale notturno ? Impossibile dite? Ebbene, Dolce Lounge Bar & Alismari situati lungo la costa di Kamari sono entrambe le cose. Offrono tutto ciò che ci si può aspettare da un bar oltre a rappresentare un luogo di ritrovo della movida del luogo. Prezzi modici e tutto sommato contenuti fanno di questi Bar un luogo impossibile da mancare se vi trovate a Kamari per pranzo, all’ora del tramonto o magari di sera anche tarda per un caffè o un buon cocktail.

Per quanto riguarda i ristoranti o negozi di souvenir non mi sento di consigliarvene uno in particolare visto che sono molteplici e forniti più o meno delle medesime cose. Magari date un occhio ai negozietti con meno gente all’interno sono sempre quelli con maggiori “chicche” da regalare.

Pyrgos

Siete a Pyrgos e vi viene fame di qualcosa di tipico e non commerciale? Niente paura. Poco distante da Pyrgos e facilmente raggiungibile sia in scooter che in auto vi è un ristorante, forse più taverna, eccezionale. Anemoloos è una taverna unica nel suo genere, con vista panoramica su mezza isola, sorge su un promontorio subito dietro Pyrgos. Cibo di qualità della tradizione greca e non solo sono i cavalli di battaglia dell’Anemoloos. I prezzi non sono eccessivi considerando anche che le porzioni non sono misere e la qualità delle materie prime è molto buona. Assolutamente da provare.

Piccola premessa: ho aspettato otto settimane col desiderio di parlarvi proprio di “lui”.
L’isola di Santorini è famosissima per i suoi vini pregiati e di incredibile qualità. Ecco perché non potete assolutamente e ripeto “non potete assolutamente” non recarvi presso la vineria più prestigiosa e spettacolare di tutta l’isola: il Santo Wines.
Locale incredibilmente lussuoso e ricco di fascino, affaccia a strapiombo direttamente sulla caldera vulcano regalando all’ora del tramonto, degli scorci da applausi. Si possono degustare vini di tutti i generi e annate accompagnati da stuzzichini o vere e proprie portate di cibo di qualità.
Vi consigli per iniziare la degustazione di sei calice di vino accompagnati da qualche stuzzichino per poco meno di 30 euro. Fidatevi ne varrà sicuramente la pena.

Nel cuore di Pyrgos a metà ascesa per il castello veneziano troverete il Franco’s. Piccolo bar con terrazza vista mare, vi ipnotizzerà con le sue bevande rinfrescanti e piccoli e sfiziosi stuzzichini per placare i brontolii di stomaco.

Siamo arrivati alla fine della prima parte del nostro tour enogastronomico per i vari locali di Santorini, ma di nuovi ne stanno arrivando.

Il nostro viaggio dell’isola attraverso spiagge incantevoli e scorci mozzafiato sta quasi giungendo alla fine, isola dove effettivamente ho lasciato il cuore, ma dove anche ho ritrovato una parte di me.
Questa incredibile avventura mi ha fatto capire tante cose, ma una in particolare mi rimarrà indelebile nella mente, sulla pelle e nel cuore, ma se volete scoprirla rimanete con inviaggiocoltoscano e con i viaggi di tdv-terradavivere ancora per un po’.

#inViaggio col Toscano – Enogastronomia locale: fra tradizione e modernità (pt.1) ultima modifica: 2018-04-05T15:47:13+01:00 da Fabio Angiolini

Di maso in maso di vino in vino: 8,0 km di gusto

Next Story »

Esco a fare due passi e…Into The WILD

  • "Non chiamatela Amazon trentina": ecco come sarà la piattaforma dell'e-commerce del territorio 21 Gennaio 2021
    Acquistare online, dal proprio negozio, e consegna entro un'ora La piattaforma dell’e-commerce trentina nasce all’insegna della concorrenza tra i due colossi associativi: Federazione trentina della cooperazione da un alto, con il progetto “Indaco”, e Confcommercio Trentino, con il progetto “Traces”, dall’altro. Saranno questi due progetti (l’Adige di ieri, ndr) a contendersi il milione di euro […]
    Zoppello
  • Prova estrema su Tik Tok: bimba di 10 anni in coma per la "challenge" del social 21 Gennaio 2021
    Si è legata la cintura alla gola per partecipare su TikTok, uno dei social più seguiti dagli adolescenti, a Black out challenge, una prova di soffocamento estremo. Una prova che si è trasformata in tragedia.  Una bimba di 10 anni si trova ricoverata da ieri in rianimazione all'ospedale "di Cristina" di Palermo dove è arrivata, […]
    Zoppello
  • Nuovo contenzioso con Roma: il governo impugna la legge sulle concessioni idroelettriche 21 Gennaio 2021
    Nuovo contenzioso fra lo Stato e la Provincia autonoma di Trento.  Il Governo ha presentato ricorso alla Corte costituzionale contro la legge provinciale 9 del 2020 della Provincia autonoma di Trento sulle concessioni di grandi derivazioni d’acqua a scopo idroelettrico, in quanto considerata incostituzionale.La normativa trentina impugnata da Roma, che ha modificato la legge provinciale […]
    Zoppello
  • Val di Fiemme, i cervi scendono a valle tutti insieme 21 Gennaio 2021
    Uno spettacolo emozionante: un branco di cervi sceso a valle, in cerca di cibo per via delle abbondanti nevicate. Siamo a Bellamonte, in val di Fiemme, e a filmare i cervi è stata Claudia Varesco, appassionata "custode" delle bellezze della valle e titolare di un negozio di articoli sportivi proprio a Bellamonte.
    r.moser@ladige.it
  • Covid, in Alto Adige sette decessi, più di 12 mila in quarantena 21 Gennaio 2021
    Sette decessi e 566 nuovi casi: sono questi i dati aggiornati delle ultime 24 ore in Alto Adige.I laboratori dell’Azienda sanitaria hanno analizzato 2.767 tamponi pcr registrando 272 casi di positività, ai quali vanno aggiunti 294 test antigenici positivi.Nei normali reparti ospedalieri si trovano 226 pazienti covid, nelle cliniche private 155 e in terapia intensiva […]
    Zoppello
X