Grapperie Aperte: riscoprire il piacere del fine pasto con la Grappa

Domenica 5 ottobre si è svolta l’undicesima edizione di “Grapperie Aperte”, l’appuntamento organizzato dall’Istituto Nazionale Grappa per dare la possibilità ad appassionati o semplici curiosi di scoprire il mondo del famoso distillato 100% italiano.  Come ha risposto il Trentino all’evento?

La Sala degli Alambicchi

La Sala degli Alambicchi

Il vino è il prodotto enogastronomico emblematico del Trentino, ma la grappa non è da meno. Pensate che in Trentino esiste un Istituto di Tutela della Grappa, il cui compito è “valorizzare la produzione tipica della Grappa ottenuta esclusivamente da vinacce prodotte in Trentino e di qualificarla con un apposito marchio d’origine e con la scritta Trentino Grappa”. I soci del consorzio sono ben 27, di cui 24 distillatori.
Incuriositi dall’evento, ci siamo recati in una distilleria rinomata a livello nazionale ed internazionale: Marzadro.
Giunti in distilleria a Nogaredo, scopriamo che il prezzo della degustazione è simbolico: 3€. Non potevamo certo immaginarci un’esperienza come quella che sto per raccontarvi…

Percorso Marzadro

Percorso di Degustazione

Per l’occasione il famoso produttore ha creato una sorta di percorso per permettere agli “avventori” non solo di scoprire la distilleria (molto suggestiva la stanza degli alambicchi) e le proprie grappe, ma anche dei possibili abbinamenti alla famosa bevanda di fine pasto.
La prima sala, denominata “Grappa & Cocktail”, ha promosso la grappa a ingrediente principale di cocktail famosi e non. Si andava dai classici Mojito (grappa morbida al posto del Rum) e Negroni (grappa secca al posto del Gin) a cocktail realizzati per l’occasione.
Avete mai pensato a versare l’olio d’oliva in uno dei vostri cocktail?

Grappa & Cocktail

Grappa & Cocktail

Disgustoso direte… Devo contraddirvi: dosato nel modo giusto con grappa e ginger, si ottiene una bevanda incredibile leggermente speziata e piccante.
La seconda sala permetteva di combinare la grappa prima con il cioccolato (ad esempio una grappa tradizionale con cioccolato al latte) e poi con il caffè (ottimo in abbinamento alla grappa di Gewürztraminer).

Grappa, Cioccolato & Caffè

Grappa, Cioccolato & Caffè

L’ultimo abbinamento è di quelli che restano impressi nella mente: Grappa di Amarone e sigaro toscano.
Da veri intenditori!

Grappa & Sigaro

Grappa & Sigaro

Fin qui direte: wow…
Bene, in realtà l’esperienza non è completa, poiché chi lo desiderava poteva partecipare ad una classica degustazione tecnica al primo piano con una degustazione extra di ben cinque grappe!
Molto interessante poter degustare in contemporanea grappe così distinte, da quella extra-morbida di Moscato a quella extra-secca di Amarone. Per non parlare delle nozioni tecniche sul ciclo produttivo del distillato con curiosità quali i vari legni di imbottigliamento e le differenze che ne derivano.
Che altro aggiungere? Fortunatamente c’era una gran quantità di grissini!
Vi abbiamo stuzzicato la curiosità? Se non avete voglia di attendere un anno per il prossimo evento “Grapperie Aperte” sappiate che in Trentino vengono organizzati spesso degli eventi che hanno per protagonista la bevanda. A dicembre di ogni anno, ad esempio, si celebra la “Notte degli alambicchi accesi”, un vero e proprio spettacolo itinerante a suon di grappa per le vie del borgo di Santa Massenza (Valle dei Laghi).

La Degustazione Tecnica

La Degustazione Tecnica

Alcuni produttori, infine, danno l’opportunità di degustare i propri prodotti e visitare la proprie distilleria su prenotazione. Marzadro è uno di questi.
Che aspettate? Riscoprite anche voi il piacere del fine pasto!
Credits: foto © Storytellers

Info autore /

Il team dinamico della redazione di tdv ti saluta! Entra anche tu a far parte del mondo tdv e del nostro nutrito gruppo di autori su tutto il territorio trentino. Ti aspettiamo!